Apre Zzambù Tempio del gusto

      Inaugurato nei giorni scorsi in Via Partenope, 9 Zzambù, nuovo tempio del gusto dove sarà possibile degustare un'ottima pizza oppure un goloso panino, un luogo dove gli ospiti potranno vivere esperienze legate non solo al buon cibo, ma anche alla musica, all'arte ed altro.

      Zzambù, una “joint venture letterale” di pizza e hamburger, un naming che trae ispirazione da quello che nasce come un linguaggio sottodialettale, usato dai musicisti partenopei fin dal '700: la Parlesia (Pino Daniele in molti suoi testi ha inglobato termini di questa vera e propria lingua)... Lo si intuisce da un progetto, che anima uno dei piatti in menù: i fagioli alla Bungtbangt, un omaggio al musicista e cantautore napoletano Maurizio Capone, fondatore del gruppo omonimo alla pietanza, pioniere della "musica eco-sostenibile" e da sempre impegnato in laboratori (spesso svolti nelle carceri) attraverso i quali insegna i partecipanti a costruire strumenti musicali con materiale riciclato. Infatti la ricetta di questi fagioli alla messicana è ottenuta da “ciò che resta” delle verdure di stagione. Parte del ricavato delle vendita di questo piatto sarà devoluto a un progetto di Maurizio.

      Il progetto ''Zzambù'' è nato da un'idea di quattro professionisti napoletani che vantano esperienze e competenze in un altro apprezzato campo gastronomico: la Burgeria! Salvatore di Matteo, pizzaiolo e friggitorie napoletano, ultimo erede di una dinastia storica di pizzaioli, nata nel 1897 sceglie di affiancare Zzambù col suo nuovo format, incentrato sul racconto della tradizione della pizza napoletana, grazie ad un percorso fatto di evoluzione, attraverso la ricerca di prodotti di eccellenza legati al concetto di territorialità, che lo hanno gradatamente condotto ad un concept di pizza “gourmet”.


Home

Napoli, 04/06/2017 ore: 10:49