Libri Sì Viaggiare di Alberto Alovisi

      "Sì viaggiare, il turismo opportunità di crescita sociale", il libro fresco di stampa, scritto dal collega Alberto Alovisi, nato dalla sua lunga esperienza di Commissario di bordo di navi commerciali e da crociera, ex presidente dell'Associazione Direttori di Alberghi e responsabile dei Quadri Manageriali dello stesso sodalizio.

      Pamphlet elegante su carta patinata, pubblicato per scopi non venali, con la prefazione di Gaetano Daniele, assessore alla cultura e al turismo del Comune, avendo l'autore dedicato il libro "Alla mia amata Napoli, cosi complessa, ma sempre più affascinante".

      Il saggio, si addentra nella "Sociologia del turismo e la sua sostenibilità", citando autorevoli autori, partendo dal termine "turismo" che apparve per la prima volta a fine ottocento, quando rampolli di famiglie di nobili inglesi partivano per il Gran Tour, per affinare le conoscenze culturali e politiche, soggiornando a Firenze, Roma e Napoli. Suddiviso in capitoli, il volume che ricorda la famosa canzone di Lucio Battisti Sì viaggiare, scorre veloce con una sintesi del pensiero di Cohen e Smith e altri affermati studiosi del ramo. Alcuni capitoli: "Un tempo nuovo per gli operai: le ferie pagate" di Jean-Claude Richex e Lèon Strass; "Sociologia del tempo libero", di Joffre Dumazedier; Ottavo Rapporto sul Turismo Italiano di Autori Vari; Manuale di tecnica turistica di Giorgio Castaldi; Il turismo come fenomeno sociale; La figura del turista; Il turista come soggetto "altro"; Turismo e mobilità fattori economici e fattori ambientali, una vera e propria guida per chi si avvicina al mondo imprenditoriale del settore e del viaggiatore sano e consapevole.

      "Il lavoro di Alovisi - scrive Daniele nell'introduzione - ha un tratto distintivo e peculiare perché l'indagine prova a cogliere le motivazioni che spingono al viaggio, cosa non sempre semplice nel mondo globale dove le moltitudini si muovono spinte da molteplici esigenze ed aspirazioni".

      Alberto Alovisi, iscrittosi all'Ordine dei Giornalisti, nel 2010, ha curato una rubrica economica sul settimanale "Il Denaro"; Responsabile degli Eventi speciali del periodico Lo Strillo, diretto da Annamaria Ghedina che ha curato la grafica e la copertina del vademecum; in precedenza ha pubblicato "Che vita ragazzi che vita", edito da Luca Torre; da poco nominato direttore responsabile del sito Terronian Magazine.com e presidente e direttore di "Intelligo Promotion", associazione turistica culturale e giornale online.

      


      


Home

Napoli, 05/07/2017 ore: 20:26