Luci e suoni negli scavi di Pompei

Suggestioni al Foro

      Dal 5 aprile la città dissepolta di Pompei ritornerà ad essere illuminata durante tutto l'arco dell'anno, eccetto il lunedi per la chiusura settimanale. La fase sperimentale dal 27 settembre al 5 gennaio scorso ha fatto registrare più di ottomila visitatori italiani e stranieri.

      

Villa dei Misteri, il foro, le strade, locande, osterie, postriboli vivono una nuova vita con la suggestiva illuminazione serale. La passeggiata dura all'incirca un'ora; una voce narrante accompagna il visitatore con sottofondo di musiche inedite di Ennio Moricone, sincronizzate con la sequenza delle luci che si spengono alle spalle dei visitatori.

L'itinerario attraversa le Terme Suburbane; il dedalo di case, orti, giardini, fontane, peristili, vicoli affacciati a vari livelli sulla via Marina fin dentro il Tempio di Apollo; il Foro col Tempio di Giove Capitolino, la Mensa Ponderaria, il Macellum, i tempi votivi al Genio di Vespasiano e ai Lari Protettori, l'opificio tessile di Eumachia, il Comitium sede elettorale; e sul lato sud gli edifici curiali con l'archivio, la sede di Decuriones e quella degli Aediles; infine il Foro, metà palazzo di giustizia e metà borsa valori.



      Alla fine del percorso le mura antiche della Basilica trasformate in megaschermo di 24 metri di lunghezza per 6 di altezza per la proiezione delle immagini tratte da un film muto di C.Gallone del 1928 con l'eruzione del vesuvio, la lava, i crolli, cittadini in fuga, i tentativi di soccorso, fino alle spettrali scene dei calchi.

      L'illuminazione di Pompei, uno dei maggiori attrattori turistici del mondo con oltre duemilioni e mezzo di visitatori all'anno, é stata realizzata dalla società Sole del gruppo Enel. Ideatore e regista dello spettacolo Massimo Andrioli. Costo dell'operazione un milione e ottocentomila euro di cui un milione e mezzo dei fondi europei e trecentomila euro della regione Campania. Il biglietto, per la verità un pò caro, é di 24 euro a persona; per i minori di anni 18, se accompagnati l'ingresso é gratuito. Le visite per gruppi di 100 persone dalle 19 alle 21. La prima in lingua italiana, la seconda in inglese, eventualmente si può richiedere una terza visita in giapponese. "I visitatori di 'Suggestioni al Foro' vedono qualcosa che di giorno non riescono a vedere, sentono i rumori, entrano nelle abitudini dei pompeiani, con loro subiscono i continui terremoti e i crolli disastrosi, sono spettatori e archeologi, capiscono da vicino la straordinaria invenzione dei calchi".

Il presidente della Regione Antonio Bassolino, nel sottolineare il successo della mostra sugli scavi di Pompei portata in giro in molte città giapponesi ha assicurato la partecipazione della nuova realizzazione alle varie Borsa del turismo nel mondo.



      La società Sole, costituita pochi anni fa ha al suo attivo oltre duecento impianti di illuminazione in tutta Italia,a Napoli Piazza Plebiscito i Quartieri Spagnoli, Castel Nuovo, Castel dell'Ovo, Castel S.Elmo, la Reggia di Capodimonte, a Caserta la Reggia. Altri progetti sono allo studio e in fase di realizzazione gli impianti di Selinunte in Sicilia, Leptis Magna in Libia, Bulla Regia e Utica in Tunisia.

      


Home

Napoli, 15/01/2013 ore: 23.37