Palazzo Reale

Appartamenti storici

      

Il Palazzo Reale di Napoli, nella ritrovata piazza del Plebiscito, costruita su progetto dell'architetto Domenico Fontana fu voluto dai Vicerè spagnoli. I lavori iniziati nel 1543 finirono nel 1607. Di stile tardo Rinascimento fu nel '700 e '800 ampliato e abbellito. Le otto statue poste sulla facciata dell'edificio raffigurano i sovrani delle dinastie che hanno regnato a Napoli. Da sinistra: Ruggero il Normanno, Federico II di Svevia, Carlo I d'Angiò, Alfonso I d'Aragona, Carlo V, Carlo III di Borbone, Gioacchino Murat, Vittorio Emanuele II.



      Sono oltre trenta le sale da visitare, tra le principali la Sala del Trono, il salone degli Ambasciatori, lo studio del Re, il Salone d'Ercole; le altre sale sono ricche di quadri e statue. La Cappella dedicata all'Assunta fu costruita negli anni '40 del Seicento da F.A.Picchiatti. Prezioso l'altare barocco dell'architetto Dionisio Lazzari arricchito da pietre dure, agate, lapislazzuli, onice, diaspri ed ametiste. Molto bello il Cristo risorto; San Michele che abbatte i demoni, in alabastro; due bassorilievi di bronzo ed agata con i santi borbonici Ferdinando di Castiglia e Francesco di Paola; una pianeta in pekin bianco e rosa broccato a mazzetti di fiori.

      Lato via Vittorio Emanuele si estende il giardino creato dal botanico Denhart nel 1841, da dove si accede ad una belle più importanti biblioteche italiane: La Biblioteca Nazionale ricca di circa cinquemila incunabili, di duemila papiri trovati negli scavi di Ercolano; della raccolta farnesiana che Carlo di Borbone trasferi a Napoli quando prese possesso del regno e della emeroteca.

      Per la visita agli appartamenti storici si accede dal maestoso Salone d'Onore, sulla destra il Teatrino di Corte costruito su progetto di Ferdinando Fuga nel 1768. Alle pareti nicchie e lesene profilate di stucco dorato con dodici statue in cartapesta, dello scultore Angelo Viva raffiguranti Apollo, Minerva, Mercurio e le nove muse.

      Da qualche anno il Palazzo Reale ospita il Presepe del Banco di Napoli con 210 figurine fra pastori e animali e di 144 accessori provenienti da prestigiose collezioni private. Tutti i pezzi appartengono al periodo più fulgido dell'arte presepiale.


Home

Napoli, 18/01/2013 ore: 0.53