Workshop sulla Medicina

      Il progresso della medicina rende sempre più efficaci le terapie ma sta inesorabilmente modificando il rapporto tra medici, operatori sanitari e paziente. Oggi si tende a fotografare ogni caso attraverso analisi, dati e parametri e l'ammalato è una figura sempre più astratta, che ha sempre meno possibilità di “parlare” e farsi “ascoltare”. Per parlare di come arginare questa deriva aggravata dalla mancanza di comunicazione tra operatori sanitari e pazienti, venerdì 10 novembre si svolgerà a Napoli il primo Workshop dal titolo L'Ematologia, l'Oncologia e la Medicina del Dolore tra umanizzazione delle cure e Precision Medicine. L'incontro inizierà alle 11 nella Sala Convegni della Croce Rossa Italiana in Via San Tommaso d'Aquino 15 ed è organizzato da Beniamino Casale, Responsabile IPAS Terapie Molecolari e Immunologiche in Oncologia - A.O. dei Colli e da Carlo Negri, Socio e Amministratore di Napolilab, società di consulenza marketing, con il supporto di NfC e Napolilab.

      La giornata è dedicata a medici, infermieri, pazienti e caregivers e il suo scopo è rivalutare una medicina che rimetta “al centro” il paziente in quanto persona da ascoltare perché attraverso le sue storie può dare un grande aiuto ai sanitari che devono curarlo. Per cui l'obiettivo da perseguire è un miglioramento della comunicazione tra tutte le figure che oltre al medico sono coinvolte nel processo di cura: dagli infermieri, che rivestono un ruolo cardine come punto di collegamento tra il paziente, il medico, il reparto e l'intero sistema di riferimento a tutti gli attori del sistema salute, compresi i “caregivers” che ruotano intorno all'ammalato.


Home

Napoli, 08/11/2017 ore: 22:34